ATCommunication

Nemici-Amici

Nemici-Amici: la carta stampata e i nuovi media.

Internet e la carta stampata sembravano nati per essere nemici ma gli ultimi anni hanno collocato i due ipotetici rivali ai loro rispettivi ruoli nella società. 

Il primissimo quotidiano fu inventato nel 1539, costava due soldi ed era un foglio di notizie. Si chiamava Gazeta, come la moneta d’argento della Serenissima Repubblica di Venezia che corrispondeva al suo valore. Inutile dire che questo diede il via nei secoli successivi a nuove e diverse pubblicazioni, le invenzioni dei periodici, delle agenzie di stampa e dei giornali veri e propri come li conosciamo adesso che sembrano essere poi entrati in una leggendaria crisi per colpa dell’arrivo di internet e di forme di comunicazione digitali, cucite addosso alla frenetica vita di tutti i giorni. 

Romanticismo vs pragmatismo? Niente di tutto questo: i nuovi media non hanno mai creato una voragine tra i lettori, li hanno solo ridistribuiti, in base alle esigenze e alle abitudini di ciascuno. Già nel 2015, Gianni Paolucci, presidente dell’Associazione degli stampatori dei giornali, spiegava che “la carta rappresenta la haute couture mentre i servizi digitali sono il prêt-à-porter”. Un paragone preso in prestito dal mondo del fashion che ben si addice a questa situazione dove il mercato online risponde alle esigenze di aggiornamenti continui e velocità dell’informazione mentre quello della carta stampata è dedicato maggiormente all’approfondimento. 

Anche la pubblicità – da sempre la più ampia fonte di guadagno per i giornali e le riviste – ha potuto diversificare i target e scegliere nuove possibilità. Nonostante i dati parlino ancora di uno spostamento netto della spesa pubblicitaria dal cartaceo al digitale, molti brand – specialmente quelli di lusso – rimangono dell’idea che l’inchiostro arrivi a conferire più autorevolezza al marchio e raggiungere una clientela più solida e di fiducia.

Contrariamente a quanto si era previsto, nessuno ha rubato il posto all’altro ed entrambi continuano a soddisfare il loro pubblico in maniera più mirata rispetto al passato.