ATCommunication

2 MINUTE READ

Fashion sostenibile: ecco alcuni brand che hanno scelto di fare la differenza

L’inversione di tendenza nel mondo della moda sta dando i suoi frutti, con collezioni e prodotti ispirati a uno stile di vita etico.

Words by Miriam | Styling by Beatrice

24 marzo 2021 

Sono sempre di più i brand che scelgono di cambiare rotta, impegnandosi a trovare nuove soluzioni per riutilizzare le materie prime in modo ingegnoso e innovativo. Ecco alcuni prodotti rivoluzionari che promettono di cambiare totalmente la nostra classica concezione di riciclo.

La t-shirt biodegradabile che diventa cibo per insetti
Il brand inglese Volle Bak ha realizzato una t-shirt 100% biodegradabile composta da polpa di eucalipto, faggio e alghe. Per realizzarla viene impiegato un esclusivo filo realizzato con polpa di eucalipto e faggi, provenienti da foreste sostenibili. Per realizzare la stampa si utilizzano alghe coltivate in un bioreattore che, dopo essere passate attraverso un filtro e asciugate, formano una polvere che si trasforma in inchiostro. La cosa più sorprendente però è che, una volta vissuto il suo ciclo da indumento, potrà essere seppellita nella terra, diventando cibo per insetti e animali, contribuendo così allo sviluppo del microclima.  

Le borse vegan con pelle di cactus
L’idea è nata da una coppia di giovani di Guadalajara, in Messico, che ha creato la prima alternativa vegetale alla pelle realizzata dalle foglie di fico d’India. Il brand bergamasco Miomojo ha abbracciato questa filosofia utilizzando questo particolare materiale per creare le sue borse vegan dalle linee essenziali ed eleganti. La “pelle di cactus” è inoltre completamente sostenibile in quanto le piante crescono spontaneamente e non necessitano di pesticidi ed elevate quantità di acqua.

Le sneakers con gli scarti della frutta
Dall’incontro tra lo stilista coreano Dong Seon Lee e la product manager napoletana Giuliana Borzillo è nato ID.EIGHT, un brand che produce scarpe con scarti non commestibili di frutta e verdura – per esempio bucce di mela e vinacce dell’uva – e fibre naturali come quelle derivanti dalle foglie dell’ananas. Lo stile di queste sneakers farebbe morire d’invidia qualsiasi fashion addict ma non è tutto, il packaging è pensato per essere totalmente green: la scatola è realizzata con carta riciclata e al suo interno c’è una bomba di semi di fiori autoctoni da piantare in vaso o in giardino per attirare le api e dare il proprio contributo alla biodiversità.

Gli abiti colorati realizzati con la plastica degli oceani
Bohío Playa non è solo un’azienda green ma è un autentico progetto sociale. A Envigado, una città di poco più di 228.000 abitanti, situata a un paio di minuti da Medellín nonne e madri single realizzano coloratissimi abiti artigianali con la plastica raccolta dal mare. Negli ultimi anni sono riusciti a raccogliere e riciclare circa 30.000 bottiglie di plastica. Oltre ad avere uno stile caraibico e unico, chi acquista una maglietta della collezione “Salvando mares” risparmia e riduce l’inquinamento: 20.000 W di energia, 2.025 grammi di emissioni di CO2, 2.500 litri di acqua, 0,5 metri di rifiuti tessili e 5 bottiglie di plastica.