ATCommunication

2 MINUTE READ

Viaggiare in bicicletta | il turismo è sempre più sostenibile

La bici è un mezzo ecologico per riscoprire il legame con la natura. 

Words by Miriam | Styling by Beatrice

16 aprile 2021 

Pedalare tra le colline, in riva al mare o accompagnati da suggestivi scorci sulle montagne: la nuova frontiera del turismo è su due ruote e si basa sulla filosofia slow che permette di vivere le esperienze da una prospettiva totalmente nuova – quella della bicicletta appunto – e incredibilmente gratificante dal punto di vista sensoriale. La riscoperta della bici come un mezzo green per spostarsi in totale rispetto degli altri e dell’ambiente ha portato sempre più persone a riorganizzare il proprio concetto di vacanza, scegliendo mete bike-friendly che riportino alla bellezza del contatto con la natura.

Ripartire dal cicloturismo.
Secondo le statistiche, nell’anno 2019, il cicloturismo ha realizzato quasi 55 milioni di pernottamenti nel nostro Paese – parliamo di turisti italiani e stranieri-, pari al 6,1% del totale, generando un indotto complessivo di 4,7 miliardi di euro. I dati incoraggiano a pensare che questo sia un buon punto di ripartenza per il settore del turismo, messo in ginocchio dalla pandemia. All’ultimo Bike Summit, Legambiente ha presentato un rapporto dal quale si può capire che il cicloturismo rappresenta un’opportunità concreta per molte destinazioni di rigenerare la propria offerta. In Italia è in continua crescita la domanda di esperienze turistiche specifiche legate alla bicicletta, spesso organizzate con il supporto di tour operator specializzati.

La bicicletta è uno strumento utile dal punto di vista sanitario” ha dichiarato recentemente Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente, “è utile dal punto di vista ambientale per dare risposte alla crisi climatica, è utile all’economia vista la quantità di risorse che movimenta. E infine è utile per fare rete sui territori: niente meglio di un percorso cicloturistico connette attrattori e operatori favorendo quella virtuosa sinergia di cui il Paese ha bisogno”.

Le potenzialità del cicloturismo in Italia
Buona cucina, natura e città d’arte: i turisti stranieri vanno matti per il mix di esperienze che offre il territorio italiano, ancor più se parliamo di esplorare il Bel Paese in bicicletta. L’Italia ha infatti un patrimonio di ciclovie molto prezioso, con una rete di ben 58 mila chilometri, che con investimenti e promozioni mirate potrebbero aumentare considerevolmente il numero di turisti appassionati di sport e vita all’aria aperta. Nonostante il 2020 sia stato un anno critico, il 2021 si è aperto con segnali incoraggianti, proprio per il crescente interesse verso i viaggi in bici. A inizio anno sono nati infatti l’Osservatorio della Bike Economy e l’Osservatorio sul Cicloturismo, due nuovi strumenti per conoscere e seguire gli sviluppi di questo settore che oggi vale 500 miliardi nella UE.