24
Gen

Chiunque sia presente nei social media, almeno una volta ha ricevuto commenti negativi. 
Ma non stiamo parlando delle critiche costruttive, che servono a migliorarci e a motivarci a fare meglio. Stiamo parlando dei veri e propri attacchi, da parte di coloro che hanno il solo obiettivo di “colpire e affondare”. 
Spesso i commenti negativi vengono fatti da profili fake, da persone che si nascondono dietro ad un nome di fantasia. 

Cosa porta le persone ad agire in questo modo? Insultando persone dietro ad uno schermo? L’insoddisfazione, l’invidia, la gelosia. 
I social network mettono le persone su un palcoscenico in cui possono esibirsi a qualsiasi ora del giorno. In questi “ambienti virtuali” gli utenti si dividono in due categorie: coloro che creano contenuti per il proprio pubblico senza infastidire gli altri, e coloro che hanno il solo scopo di attaccare e criticare la concorrenza. 

Se vieni attaccato è perché gli altri vedono in te una minaccia. Se ti attaccano è perché tu sei in vantaggio, e loro hanno qualcosa in meno che tu invece hai. 

Come comportarsi? 
Devi gestire questo vantaggio. 
La prima cosa da fare è gestire l’attacco nella maniera più rapida possibile, ma allo stesso tempo dovrai cercare di essere rilassato e calmo (o almeno farlo credere). 

Se l’attacco è volutamente personale fai come loro, sposta l’attenzione da quello che dicono a quello che sono. Scherza e divertiti, fai comprendere a chi segue la conversazione che non ti pesano i loro attacchi, che non hai tempo per i loro deliri e reputi il loro attacco non degno di una risposta seria. Nella maggior parte dei casi scompaiono. 
Quelli che rimangono invece, di fronte a questo tuo atteggiamento si imbestialiscono e si smascherano da soli, perché rendono trasparente il loro essere accessibili negli intenti di odio, smascherandoli. A quel punto puoi cessare di rispondere, perché chi leggerà la conversazione si è fatto un’idea molto chiara di chi sei e di quel genere di detrattori. Chi risponde per ultimo, in questo gioco, perde quasi sempre.

Senza categoria