14
Gen

Cosa facciamo la mattina mentre facciamo colazione? Controlliamo le notifiche, gli aggiornamenti, “like” sui social, commentiamo i post su Facebook. Un gesto sempre più comune e ripetuto automaticamente nell’arco della nostra giornata. Quasi da definire il nostro rapporto con lo smartphone una dipendenza. 
Si tratta di una “dipendenza” che può andare a rovinare i rapporti umani, dobbiamo preservare le relazioni vere e non quelle online. 
Secondo delle recenti ricerche, in media, una persona controlla il telefono 221 volte al giorno! E pensate che il 40% delle persone risulta meno felice dopo aver letto uno status su Facebook.

Una premessa va fatta: la tecnologia ci aiuta moltissimo, quindi è impensabile cercare di eliminarla completamente dalla nostra quotidianità. Ciò che dobbiamo fare è imparare a gestirla e a moderarne l’uso. Disintossicarsi è possibile: tutti siamo in grado di lasciare il nostro smartphone in disparte per qualche ora. Significa soprattutto riuscire a gestire il proprio tempo e le vere relazioni. 
È un consiglio che vale per tutti, soprattutto per i più giovani che sono nati “con il telefono in mano”. Potrebbe sembrare una sciocchezza, ma esistono dei rischi veri e propri nell’abuso dei social media e dello smartphone in generale. A livello neurologico, i social possono causare difficoltà nella memorizzazione, nell’orientamento spaziale e anche nella ricerca delle informazioni. 
Torniamo tutti ad usare un po’ di più la mente! 

Senza categoria