13
Set

Con la prima spruzzata di neve che nei giorni scorsi ha fatto capolino anche sulle cime dolomitiche dell’area Falcade e Passo San Pellegrino l’estate 2019 della montagna praticamente va in archivio.
Gli impianti al Passo San Pellegrino, con la seggiovia Costabella e la funivia del Col Margherita, saranno in funzione ancora fino a domenica 15 settembre, poi sarà arrivederci all’inizio della stagione invernale 2019-2020 quando il verde dei prati e dei pendii lascerà spazio al manto bianco tanto amato dagli sciatori e dagli appassionati di tutti gli sport invernali che qui si possono praticare.

L’augurio è che questa prima leggera imbiancata che abbiamo visto domenica scorsa sull vette di Cima Uomo e del Col Margherita possa essere di buon auspicio in vista dell’inverno. Comunque per il momento guardiamo all’estate che sta per concludersi. Direi che il primo bilancio è positivo. Le presenze non sono mancate. Luglio e agosto hanno visto tante giornate di bel tempo, ideali per vivere la natura e le montagna, e anche il grande caldo delle città ha contribuito a portare tante persone a godere di un po’ di fresco nelle nostre località” spiega Renzo Minella, responsabile marketing dell’area Falcade e Passo San Pellegrino.

Montagna, natura ma non solo l’estate 2019 dell’area Falcade e Passo San Pellegrino è stata scandita anche da grandi eventi.

“L’obiettivo è quello di dare un’offerta sempre più articolata che possa soddisfare i gusti e le esigenze di tutti a tutte le età. Passeggiate, escursioni in altura, trekking e vie ferrate sulle tracce della Grande Guerra, e poi la bicicletta ma anche tanta enogastronomia, musica e cultura. Gli eventi che abbiamo ospitato hanno riscosso tutti grande successo. La musica ha avuto un ruolo di prim’ordine. Penso al grande concerto per gli alberi del 10 agosto, “La Mia Terra” un evento straordinario che ha portato in località Le Buse, sopra Falcade, oltre 2500 persone ad ascoltare l’orchestra sinfonica e il coro diretti dal Maestro Diego Basso. E prima a luglio lo spettacolo dell’Alba sul Col Margherita, accompagnato da musiche e letture d’autore, anche questo evento seguito da migliaia di persone. Senza tralasciare gli altri appuntamenti della rassegna Panorama Music, ormai un must dell’estate in Val di Fassa, che hanno portato a esibirsi tanti bravi musicisti nei nostri rifugi e in quota. Musica ma non solo c’è stato anche lo sport con eventi dedicati alla corsa in montagna e alla mountain bike. Senza dimenticare le attrazioni tematiche per le famiglie divenute ormai un fiore all’occhiello della nostra area come il “Col Margherita Park” con i suoi balconi panoramici e il parco giochi in quota, oppure il “Giardino delle Formiche” e il “Bosco degli Artisti” a Falcade, tutte iniziative che permettono soprattutto ai più piccoli di conoscere la natura, la geologia, la storia e molto altro ancora. Dopo questa bella estate l’arrivederci è a prestissimo per quella che speriamo possa essere una grande ed emozionante stagione invernale” conclude Renzo Minella.

Senza categoria